Consorzio Forestale Alta Valtellina - home page
Ambiti di lavoro

I principali ambiti di lavoro del Consorzio, ai sensi dell’Art. 2 dello Statuto, sono i seguenti:

Forestazione:

  • realizzazione e monitoraggio della pianificazione forestale;
  • valorizzazione del bosco, mediante rimboschimenti e rinfoltimenti, miglioramenti forestali, utilizzazioni e commercializzazione dei prodotti legnosi;
  • messa a punto di tecniche selvicolturali e di interventi in grado di conciliare esigenze produttive, di protezione ambientale e di valorizzazione del paesaggio e degli aspetti faunistici, sviluppando la multifunzionalità del bosco;
  • ricerca di soluzioni organizzative innovative per il lavoro in bosco, mediante un’adeguata meccanizzazione che consenta l’economicità dell'utilizzazione, al fine di accrescere il valore aggiunto;
  • sviluppo e adeguamento della viabilità forestale, sia per migliorare l'accesso ai boschi da parte dei mezzi forestali e antincendio, che per valorizzarne la funzione turistico-ricreativa;
  • azioni di qualificazione e riqualificazione professionale degli operatori forestali all'uso di tecnologie moderne, sicure, innovative e di minor impatto ambientale;

Sistemazioni idrauliche-forestali:

  • monitoraggio e manutenzione delle opere esistenti;
  • sviluppo e adattamento di tecniche di ingegneria naturalistica per azioni di consolidamento e di rifinitura a fine estetico-paesaggistico;

Alpicoltura:

  • attività di studio e ricerca sulle tecniche agronomiche di miglioramento quanti-qualitativo dei prati-pascoli utilizzati ai fini zootecnici;
  • mantenimento e cura dei prati-pascoli abbandonati ai fini zootecnici, faunistici, paesaggistici e antincendio;
  • gestione e valorizzazione degli alpeggi in collaborazione con le imprese agricole del territorio, anche mediante opere di adeguamento igienico-sanitario e di ammodernamento degli impianti, la realizzazione di acquedotti rurali e di centraline elettriche, il completamento e il miglioramento delle reti viarie.

Turismo ambientale:

  • manutenzione dei sentieri e della viabilità secondaria, adeguamento di malghe e baite per scopi ricreativi e turistici;
  • manutenzione delle piste da sci nel rispetto delle caratteristiche vegetazionali della stazione e in sintonia con le azioni di ripopolamento faunistico;
  • interventi di manutenzione delle aree di particolare valore ambientale, come per esempio le zone umide.

Valorizzazione della filiera energetica del legno:

  • messa a punto di metodi e attrezzature per la raccolta e la cippatura della biomassa ad uso energetico;
  • promozione e sostegno di impianti di teleriscaldamento e/o di coogenerazione funzionanti con biomassa agro-forestale.

Ambiti di lavoro